Stella Nina McCartney

Stella Nina McCartney  nata a Londra, 13 settembre 1971, seconda figlia dell’ex componente dei Beatles Paul McCartney e della sua prima moglie Linda.

Ha iniziato ad interessarsi di moda a 12 anni, quando ha creato il suo primo abito. Tre anni più tardi ha iniziato a lavorare nel settore, partecipando alla creazione della prima collezione dello stilista francese Christian Lacroix.

stella-paul-linda-mccartney Le Chic Padova.
Stella-McCartney-le-Chic-Padova.it
Stella e Paul McCartney le Chic Padova.it

Si è laureata nel 1995 con una collezione per presentare la quale hanno sfilato gratuitamente, oltre ad alcuni suoi amici, le modelle Naomi Campbell, Yasmin Le Bon e Kate Moss. Per l’occasione, come tema musicale il padre ha composto la canzone Stella May Day,  ha lavorato per le case di moda Chloé e Gucci e ha prodotto una linea sportiva per il marchio Adidas, una linea di vestiti e accessori per la catena internazionale H&M e una di borse per il marchio LeSportSac.

Nel 2004 ha disegnato gli abiti per il Re-invention tour di Madonna, quelli per il tour estivo di Annie Lennox e i costumi di Gwyneth Paltrow e Jude Law per il film Sky Captain and the World of Tomorrow.

Vegetariana da sempre, la stilista non usa né pelle né pelliccia per le sue creazioni. Le collezioni Stella McCartney vanno dal ready to wear femminile, uomo, agli accessori, alla lingerie, agli occhiali, ai profumi fino a una linea per bambini.

A oggi esistono 51 boutique monomarca Stella McCartney presenti in varie parti del mondo,  le sue collezioni sono distribuite in oltre 77 paesi grazie a una rete di 863 rivenditori, tra cui negozi specializzati e grandi magazzini, e sono disponibili online in 100 paesi in tutto il mondo.

Nell’inverno del 2010 Stella McCartney ha presentato la borsa Falabella: caratterizzata da dettagli di catena intrecciata, è diventata negli anni uno dei pezzi della stilista più venduti. la celebre borsa Falabella, che ormai rientra a pieno titolo nel gruppo delle it- bag, è nota per essere fatta con eco-pellami di assoluta qualità che niente hanno da invidiare alla pelle vera.

In occasione delle Olimpiadi del 2012, Stella McCartney è stata nominata da adidas Direttore Creativo del Team della Gran Bretagna: è la prima volta nella storia dei Giochi Olimpici che una stilista di fama internazionale disegna i capi di una nazionale per tutte le discipline delle Olimpiadi e delle Paralimpiadi.

L’impegno di Stella McCartney in favore della sostenibilità, evidente in tutte le sue collezioni, è parte integrante della filosofia del marchio, che si propone di essere un’azienda responsabile, onesta e al passo coi tempi.

La Maison non  usa cuoio o  pelliccia ma  materiali alternativi nuovi,  all’utilizzazione delle tecnologie dell’avanguardia, alla spinta verso la circolarità, alla protezione delle foreste e il controllo sull’impatto ambientale, il rispetto dell’ambiente e nel lavoro con la natura, alla ricerca di materiali sostenibili, sperano  di arricchire l’ambiente e di proteggerlo per il futuro. Come  il Cashmere  è uno dei materiali naturali più importanti, stannop contribuendo a proteggere il futuro di questo materiale incredibile ridefinendo “lo spreco„. Mirano a provare che è possibile creare i prodotti lussuosi senza causare  danni inutili al pianeta.
La viscosa proviene  solo da  foreste  sostenibili .

Cotone organico  elimina l’uso dei prodotti chimici tossici e persistenti, migliora la salute del suolo ed aumenta la conservazione dell’acqua. Questo  migliora l’ambiente  anche  per gli agricoltori e le loro comunità,  cercano  di  aumentare la quantità di cotone organico certificato e lo  utilizzano nelle collezioni.

Credono  che tutti dovrebbero guadagnare uno stipendio giusto.

Lavorano  con un’intera rete dei collaboratori e degli ONG che gli  aiutano a raggiungere i loro scopi ed ambizioni di sostenibilità per un’economia circolare.